AUSTRALIA

da 12 a 30 giorni!

australia.jpg

E’ la vacanza ‘lontana’ per eccellenza. Nel parlare comune, dire ‘voglio andare in Australia’ equivale a dire che voglio andare talmente lontano da non tornare più. E’ il sogno di molti, magari anche senza conoscerla, senza sapere cosa aspettarsi. 

E’ un continente dalle enormi distanze (soprattutto per noi italiani abituati ad un paese ogni 10 km) e dai panorami sconfinati. 

Il volo aereo è lungo, mediamente intorno alle 20 ore, richiede sempre uno scalo in Europa o in Oriente, ed il costo parte dagli 800,00 euro in su.

Per questi due motivi, chi ha meno di 12 giorni non si avvicini a questo viaggio, sarebbe una perdita di soldi; in realtà credo che il minimo indispensabile siano 16/17 giorni per il tour guidato e almeno 20 per il self. Visto però che pochi viaggiatori hanno più di due settimane a disposizione, sono stati creati itinerari che rientrano in tale range. Non li consiglio, ma sono di certo i più venduti.

La prima decisione importante che prenderete è, come in altri casi, che tipo di viaggio fare: il tour guidato con guida in italiano o un itinerario organizzato o ancora il fai da te.
Rimandando QUI per un approfondimento, credo che l’Australia si presti bene a tutte le soluzioni; molto dipenderà da voi: siete viaggiatori esperti? Conoscete discretamente l’inglese? Siete pronti a qualche scomodità? Gli imprevisti non vi preoccupano? Vi va di condividere il viaggio con altri? Ecc...
La decisione dipenderà anche dal budget e dal numero di giorni a disposizione.

Se dovessi scegliere per me, opterei per l'itinerario organizzato con voli sulle tratte più lunghe e auto a noleggio per quelle più brevi. E' adatto a chi conosce la lingua, non ha problemi ad utilizzare l'auto (vedi QUI per un approfondimento su questo argomento - tenendo conto che in Australia si guida all'inglese, sulla sinistra) ed è pronto a fare un po' di fatica

Una seconda scelta sarà cosa preferire: le
città del sud (Sydney, Melbourne, Adelaide) o la natura (la zona di Darwin e Cairns, nonché l’outback australiano); anche se avete un buon numero di giorni a disposizione e potete visitare entrambi, dovrete comunque decidere a cosa dei due dedicare più tempo.
Per chi ha pochi giorni, si dovrà anche scegliere se investirne almeno due per visitare
Ayers Rock, simbolo assoluto della nazione, ma davvero fuori mano per qualsiasi circuito turistico, soprattutto self; infatti sono davvero pochi i tour guidati che ‘saltano’ Ayers Rock, ma diversi viaggiatori self, soprattutto se hanno 11-12 giorni, decidono di saltarlo per dedicarsi a visite più circoscritte nelle aree di loro maggiore interesse.

 

Quando andare?
L’Australia ha le stagioni invertite rispetto all’Italia; essendo una nazione molto vasta, il clima cambia da regione a regione. Ad esempio, la zona nord è tropicale e presenta solitamente due stagioni: la secca (da aprile ad ottobre) e la piovosa (da novembre a marzo), sempre calde.
Man mano che si scende, le stagioni tendono ad assomigliare di più alle nostre, anche se invertite, perciò caldo da novembre a marzo, più freddo da maggio a settembre; al sud fa tendenzialmente più freddo, anche se difficilmente si va sotto i 5°.
Non c’è perciò una vera risposta alla domanda; secondo alcuni sono da preferire i mesi di ‘spalla’ (marzo/aprile e settembre/ottobre), ma alla fine molto dipenderà dalle vostre ferie!

 

Quanto costa?
Diciamolo senza preamboli: se il vostro budget finale (non vi spaventate, intendo incluse anche le spese in loco) non è di
almeno 4.000 euro a testa, inutile parlarne. Organizzando tutto self, potrete avere l’idea di spendere meno, ma arrivati in loco capirete che l’Australia è cara, a meno di non accontentarsi davvero molto. Allora, mio consiglio, cambiate meta!

 

Vorrei darvi un’idea del prodotto turistico in Australia facendovi alcuni esempi per ogni tipologia di viaggio (guidato, individuale e fai da te).

 

Per il viaggio guidato in italiano, questo è un esempio del tour più breve disponibile: si toccano solo le aree di Sydney e

Melbourne + Ayers Rock come dicevo sopra, non lo consiglio ma ce ne sono diversi!

Un tour in italiano più completo lo trovate qui, dove, in 18 giorni, visiterete anche l’area di Adelaide e l’imperdibile

Grande Barriera Corallina a Cairns. Quest’ultima proposta può dirsi abbastanza completa!

 

Per il viaggio individuale abbiamo molte proposte, di cui le più interessanti sono queste due (la seconda molto più completa):

 

 

Con questi due esempi potete ben capire come si compone il tour ‘individuale’: le partenze sono libere, vi legherete quando necessario ad escursioni per lo più in inglese, alcune con audioguida in italiano, saranno prenotati dall’Italia tutti i trasferimenti e gli hotel.

 

Per la vacanza fai da te non sono ovviamente disponibili esempi, ma è possibile studiarla insieme sulla base del tour individuale, sostituendo ai trasferimenti organizzati il noleggio auto oppure il servizio pubblico, ed alle visite guidate una buona preparazione fatta con guide cartacee o con internet

Una ottima base potrebbe essere questo itinerario, perchè prevede più giorni (necessari se si fa il fai da te) 

 

E ricordiamoci sempre che ad ogni 'fai da te' è possibile abbinare minitour più organizzati, anche per rilassarsi un attimo, affidando ad altri le 'responsabilità' della vacanza. Ecco qualche esempio

 

Come avete avuto modo di vedere in questa rapidissima carrellata, l’Australia è davvero il viaggio della vita!